Detrazioni fiscali ristrutturazioni 2018

Come funzionano le detrazioni fiscali ristrutturazioni 2018, ecco i bonus e le agevolazioni relative.

Quali sono novità sono previste dalla Legge di Bilancio per chi effettua lavori in casa.

detrazioni fiscali ristrutturazioni 2018

Detrazioni fiscali ristrutturazioni 2018

Anche nell’anno in corso sono concessi bonus in merito alle detrazioni fiscali  ristrutturazioni 2018. Fino al 31 dicembre sarà possibile detrarre l’Irpef relativa ai lavori di casa e appartamenti.

A partire dal 1° gennaio 2018 i cittadini italiani possono beneficiare di un buono pari al 50 per cento delle spese sostenute per le migliorie in ambienti domestici.

a quanto ammonta il bonus ristrutturazione della casa

A quanto ammonta

Per la cura del giardino e dei terrazzi privati il cittadino può usufruire del Bonus Verde, che prevede la detrazione del 36% ed una spesa massima di 5000 euro.

Nel nuovo anno il governo ha varato la proroga del bonus ristrutturazioni come pubblicato nel testo ufficiale della Legge di Bilancio 2018. Dal primo gennaio è possibile beneficiare di una detrazione fiscale del 50% delle spese sostenute. Il limite massimo di spesa non deve superare 96.000 euro.

E’ bene sapere che tale proroga non varrà per il prossimo anno. Infatti dal 1° gennaio 2019 il bonus per lavori di ristrutturazione edilizia tornerà alla modalità di origine come definita nell’art. 16-bis del TUIR. Tale normativa prevedeva la detrazione Irpef pari al 36% , ma con un tetto di spesa massimo di 48.000 euro per ogni unità immobiliare.

chi può accedere alle detrazioni fiscali

Chi può accedere

Vediamo ora chi può accedere all’ecobonus e quali sono i lavori che rientrano nelle detrazioni fiscali 2018:

  • ristrutturazioni, lavori di manutenzione ordinaria, straordinaria, restauro, risanamento conservativo e ristrutturazione edilizia effettuati su parti comuni di edifici residenziali. Ossia in condomini (interventi indicati alle lettere a), b), c) e d) dell’articolo 3 del Dpr 380/2001;
  • lavori di manutenzione straordinaria, risanamento conservativo, ristrutturazione edilizia e restauro svolti per singole unità immobiliari residenziali di qualsiasi categoria catastale, anche rurali e pertinenze (interventi elencati alle lettere b), c) e d) dell’articolo 3 del Dpr 380/2001.

Alcuni esempi:

  • realizzazione e miglioramento dei servizi igienici, bagni ed altri elementi,
  • ricostruzione scale e rampe,
  • lavori finalizzati al miglioramento green e al risparmio energetico,
  • sostituzione infissi esterni e serramenti, o anche persiane con serrande ,
  • recinzione di un’area privata,
  • installazione di ascensori o scale di sicurezza,
  • costruzione o rifacimento di scale interne,
  • installazione di caldaie.

ed altri interventi simili. Puoi chiedere a titolo gratuito in sede.

Inoltre è prevista la proroga del bonus mobili, relativo all’acquisto di grandi elettrodomestici con classe energetica pari almeno alla A+. In tal caso il limite di spesa non deve superare le 10000 euro e le detrazioni fiscali sono pari al 50% delle spese sostenute.

Ti attendiamo in azienda per darti tutti i dettagli sulle informazioni che cerchi e trovare la soluzione adatta al tuo risparmio.

Fissa un incontro gratuito!